La favolosa storia di Lampe Berger ha inizio nel 1898. Per rispondere a una forte preoccupazione dell'epoca, l'asepsi degli ospedali, Maurice Berger inventa il sistema di diffusione per catalisi, per il quale deposita un brevetto. Questa tecnologia rivoluzionaria, che purifica l'atmosfera delle stanze chiuse, alla quale gli viene l'idea luminosa di aggiungere del profumo, si applica presto a un uso privato che dà origine alla società Lampe Berger.

"La piccola lampada che distrugge i cattivi odori" conosce il suo apogeo negli anni '30: il profumo apporta una dimensione di piacer, la Lampe Berger diventa un pezzo da collezione, ogni lampada è associata a un designer e a una grande manifattura: Cristal de Baccarat, cristallerie di Saint Louis, Emile Gallé, René Lalique, prima dei produttori di ceramica degli anni '50 Coco Chanel, Jean Cocteau, Colette o Picasso ognuno di loro possiede una lampada Berger.

Questa non smetterà da allora di evolvere e reinventarsi costantemente, per restare più che mai presente nella vita degli abitanti del XXI secolo. Con più di 5 milioni di litri di profumo e 800.000 lampade vendute ogni anno nel mondo, Lampe Berger riscontra sempre un grande successo dopo oltre un secolo dalla sua invenzione. Società francese fin dalla sua origine, Lampe Berger è presente a livello internazionale: distribuita in 56 paesi, è presente in 7.000 punti vendita in tutto il mondo.

Grazie al suo bruciatore esclusivo perfezionato nel corso degli anni, la Lampe Berger profuma l'aria di casa come nessun altro sistema sa fare, distruggendo veramente gli odori indesiderabili e diffondendo nello stesso tempo profumi d'interni delicati. Questo bruciatore è il frutto di ricerche permanenti e è oggetto di 6 brevetti internazionali. Da qualche anno, Lampe Berger ha realizzato un centro tecnico a Limoges, capitale della ceramica, dove una squadra si dedica alla ricerca e allo sviluppo del sistema per catalisi.