Etro
Per ogni profumo un tessuto di parole, un intreccio di colori, un sussurrare di segni e disegni.
Da ogni essenza scaturisce un altrove, spesso mentale, a volte mitico, perduto e ritrovato.
Traccia scritta e pennellata in simultanea: ciò che resta nell'aria è mutevole e subito già altro,
evasivo, sfuggente per definizione.

Ogni pagina, seguendo le note e la chimica, è una riva dove un susseguirsi deposita nomi, colori,
frammenti di luoghi e di memoria. Se l'invito è a perdersi, la sfida è riconoscersi: nella sensualità di
un bouquet fiorito, nelle note notturne dei legni e delle spezie,e soprattutto in uno stile.
Quello che in un quarto di secolo ha scandito con originalità e anticonformismo l'intera collezione dei profumi Etro.